Login: l’Australia e il rischio “splinternet”, smartphone usa e getta, il fenomeno Valheim

Questa settimana a Login partiamo dal caso Australia, dove sia Google che Facebook hanno trovato accordi con gli editori locali, dopo l’ok a una legge che obbliga le piattaforme a pagare per i contenuti giornalistici. Chi ha vinto davvero? E quanto è reale il rischio di una “splinternet”, una rete con regole diverse a seconda dei singoli paesi? Ne parliamo con Carola Frediana, giornalista, scrittrice ed autrice della newsletter “Guerre di Rete”. Cambiando tema, vi raccontiamo di Dispo, un’app che ricalcando l’esperienza delle vecchie macchinette usa e getta punta a cambiare il nostro rapporto frenetico, e ormai fin troppo standardizzato, con le immagini digitali. Parliamo poi di Bitcoin, un’economia virtuale con effetti reali sull’ambiente ma anche sul mercato dei chip, visto che per “estrarli” servono schede grafiche che normalmente sarebbero destinate ad altri usi. In chiusura, con Lorenzo Fantoni, giornalista e a capo della community di N3rdcore.it, passiamo in rassegna le motivazioni del successo di Valheim, ennesima moda del momento che in pochi giorni macina numeri da record e che rischia, altrettanto velocemente, di scomparire, così come altri prima di lui.

Login: pasticciaccio Australia, Christie’s e la cryptoarte, gaming in Iran e 35 anni di Zelda


Cultura digitale con la nostra rubrica Login. Questa settimana con Dario Marchetti seguiamo lo scontro tra Facebook e governo australiano su una legge che costringerebbe i colossi a pagare gli editori per i link agli articoli, vi raccontiamo della prima asta di un’opera d’arte digitale di Christie’s, di come i videogiochi stiano conquistando l’Iran e dei 35 anni di una celebre saga videoludica

Login: l’inarrestabile Clubhouse, gli “obsoleti” moderatori social, un fondo pubblico per videogiochi

Questa settimana a Login discutiamo con Andrea Nepori, giornalista per La Stampa, HD Blog e il Foglio, del successo apparentemente inarrestabile di Clubhouse: è destinato a durare? E se si, a che prezzo per noi utenti? E poi ancora social, con un’intervista a Jacopo Franchi, autore di un libro sulla vita e il duro lavoro, spesso sconosciuto, dei moderatori di contenuti online, in teoria destinati a essere rimpiazzati dall’IA, nella pratica ancora fondamentali per tutte le piattaforme. Nel frattempo negli Stati Uniti una proposta di legge immagina intere cittadine costruite e gestite in toto da grandi aziende hi-tech, una sorta di utopia capitalistica che in realtà sembra rifarsi a certi episodi dell’800. In chiusura, l’arrivo del decreto attuativo per il First Playable Fund, un fondo pubblico da 4 milioni di euro per sostenere lo sviluppo di videogiochi made in Italy: un piccolo passo se raffrontato al resto del mondo, ma un salto gigantesco per un paese come il nostro, dove questo settore non ha mai visto un vero sostegno da parte dello Stato, come racconta Adriano Bizzoco di IIDEA, l’associazione italiana degli editori e sviluppatori di videogame

Login: Bezos dopo Bezos, sostiene Floridi, ma quali giochi in streaming?


 
Questa settimana a Login discutiamo con Luca Tremolada, giornalista del Sole 24 Ore, dei possibili percorsi di vita per Jeff Bezos, fondatore di Amazon che dopo 27 anni lascia il timone del colosso digitale. In occasione del Safer Internet Day, con Stefano Epifani, presidente del Digital Transformation Institute, esaminiamo i rischi dell’utilizzo di intelligenza artificiale e identità digitale per verificare l’età degli utenti. E ancora: intervista al professor Luciano Floridi, luminare di etica digitale che da Oxford tornerà in Italia per lavorare all’Università di Bologna. In chiusura, dopo un altro passo falso di Stadia, servizio di videogiochi in streaming targato Google, con Francesco Fossetti di Everyeye.it cerchiamo di capire dove sta andando questo mercato

Login: Whatsapp e privacy, social “vietati” tra Gab e Parler, i trend dal CES 2021

Questa settimana parliamo di privacy. Anzi, del modo in cui parliamo di privacy, come dimostra il polverone sollevato dall’ultimo aggiornamento di Whatsapp: urlare al lupo o chiedere più chiarezza, come sottolinea Gianfranco Giardina, direttore di Dday.it? E ancora, la situazione social dopo il ban di Apple, Google e Amazon verso Parler. Che ora vede la concorrenza di Gab, social conservatore già bandito anni fa per aver ospitato i post di un terrorista antisemita. E ancora, quali trend emergono da questa edizione digitale del CES, insieme a Bruno Ruffilli, editor di tecnologia de La Stampa. In chiusura, il curioso caso di Cyberpunk 2077, un gioco che è quasi un asset di stato per la Polonia, che ora con un’agenzia governativa vigilerà su come e quanto gli sviluppatori riusciranno a mettere mano agli errori saltati fuori al lancio del gioco.

Login: social post-Trump, il caso Jack Ma, le novità dal CES 2021

Con Login ogni martedì esploriamo il mondo della cultura digitale. Questa settimana, col contributo del sociologo Giovanni Boccia Artieri cerchiamo di immaginare come cambieranno i social dopo il bando più o meno definitivo di Donald Trump. Con Simone Pieranni del Manifesto, esperto di Cina, ripercorriamo il caso di Jack Ma, fondatore di Alibaba “scomparso” dopo un contrasto col governo. Da Las Vegas, seppur in forma virtuale, arrivano le tendenze hi-tech del Consumer Electronics Show, mentre da Bologna arriva una sentenza storica, che ha definito “discriminatorio” un algoritmo che gestiva il lavoro dei rider.

Login: Maker Faire 2020, la guerra contro Facebook, Cyberpunk 2077


 
Come ogni martedì con Login esploriamo il mondo della cultura digitale. Questa settimana con Dario Marchetti parliamo della Maker Faire di Roma, che quest’anno come altri grandi eventi ha fatto un salto in virtuale, con un ospite d’eccezione, il co-fondatore di Arduino, Massimo Banzi. E poi i possibili esiti ed effetti dell’azione antitrust contro Facebook da parte del governo USA, con un commento di Michele Costabile, professore di marketing all’università Luiss. E ancora, videogiochi con Cyberpunk 2077, un videogioco kolossal appena uscito e che segna un momento di passaggio tra due ere videoludiche